Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > I dirigenti di ciclismo - Chi governa il nostro sport?
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
<<  1    2    3    4  >>
Autore: Oggetto: I dirigenti di ciclismo - Chi governa il nostro sport?

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 01/07/2006 alle 12:09
La lettera di Santi

vogliamo parlarne ?? senza riserve..fare demagogia..
in modo MOLTO chiaro ?? forse riusciamo a capire..conoscere..aiutare questo nostro comunque amato ciclismo

 

[Modificato il 27/09/2007 alle 02:07 by Admin]


 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 01/07/2006 alle 12:10
scusate la lettera di Claudio Santi l'ho letta su tuttobiciweb..
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 01/07/2006 alle 13:03
Allora riportiamola:

La provocazione di Santi: dimettiamoci tutti e...
Claudio Santi, vicepresidente dell'Unione Europea del Ciclismo, interviene sul caso Basso-Tour, offrendo una provocazione che vi proponiamo.

Chi ama il ciclismo deve amare il brivido, la velocità, una montagna, una leggenda, una favola, un sogno. Il risveglio quando è il contrario e realtà è doloroso, terribile. Ma rimane la filosofia, rimane il ciclismo. Rileggerei i miei interventi e articoli negli otto anni di Federazione, e la ricerca continua negli anni di direttore del professionismo italiano per migliorare, volontà che mi ha fatto escludere dalla Federazione Ciclistica Italiana seppur avendo diritto per essere stato eletto vicepresidente Europeo e a pieno diritto dato dallo statuto (articolo 15 comma 2) dovrei partecipare ai consigli. Ma i dirigenti hanno promesso "fuori quelli che la pensano diversamente, vi proteggeremo noi", via libera quindi e testa bassa, omertà, si è potuto illudere, fino all'esclusione dal Tour del più grande atleta italiano. E ora? dirigenti UCI a lavarsene le mani, nemmeno capaci di fare e far rispettare i loro regolamenti. Dirigenti FCI in silenzio, con un passato da nascondere e un presente dittatoriale. E allora come si fa? dove si va? e i volontari? e la gente? e le leggende? e i ragazzini? e i sogni? Per salvare quelli bisogna dire la verità.
Il doping è un sistema e Pantani, etichettato dai codardi come l'unico dopato non è servito a cambiare, e, se Basso sarà scaricato, come sembra dalle prime dichiarazioni, si farà come dove c'è la pena di morte, trovato un buon colpevole, che sia lui o meno cambia poco, si chiude la pratica e gli altri sono liberi di continuare a fare le stesse cose. Fino alla prossima volta. Ma qui ci sono le colpe, è marcio il sistema, tutti sanno e nessuno parla, basta un voto o un incarico per essere contenti. E cosi forse ci troviamo con dirigenti che truccavano gare e facevano Gh? ripeto il forse. E ci troviamo presidenti che erano segretari nel periodo in cui i corridori hanno voluto i controlli perchè i dirigenti non li fermavano? forse. E allora diamo la colpa a chi ci deve convivere (corridori) o a chi dovrebbe impegnarsi per cambiare (dirigenti)? A tutti e due ma molto di più ai secondi, e faccio una proposta: dimettiamoci tutti, io ci sto (non ad essere il solo) e ripartiamo da assemblee di idee con gente comune e con tutti i nostri figli corridori, ripartiremo con il ciclismo, quello vero senza slogan, senza falsità, scalando una montagna e alzando le mani felici, con chi come me, alla bicicletta deve tanti momenti stupendi della vita, di conquiste, di sfide, di racconti e di viaggi. Basso è un bravo ragazzo, gli voglio bene, avrà sbagliato? se sì, peccato, ma rimane un bravo ragazzo e gli voglio bene, come a Marco, che veniva a trovarmi in Federazione con Boifava, con la Ronchi, e chi ci conosce lo sa. Gli voglio bene come a tanti peccatori che devono cambiare, come a tanti illusi che devono capire, ma non come a tanti maneggioni falsi che se ne devono andare.
Claudio Santi
Vice Presidente Unione Europea del Ciclismo

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 2258
Registrato: Feb 2005

  postato il 01/07/2006 alle 13:03
Se ne parla già qui:

http://www.cicloweb.it/forum/viewthread.php?tid=1644

Sposto là il tuo intervento!

 

____________________
"Se hai la fortuna clamorosa di diventare un cronista di ciclismo, non puoi fare a meno di essere coinvolto, trascinato in una passione infinita, irrinunciabile, che ti segna per sempre" - Pietro Cabras

"C'è una salita? Vai su, arriva in cima, e vedrai che sarai sempre vincitore" - Giordano Cottur

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 01/07/2006 alle 17:50
Non è semplice neanche per noi.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 01/07/2006 alle 18:04
Originariamente scritto da Santi

Il doping è un sistema e Pantani, etichettato dai codardi come l'unico dopato non è servito a cambiare, e, se Basso sarà scaricato, come sembra dalle prime dichiarazioni, si farà come dove c'è la pena di morte, trovato un buon colpevole, che sia lui o meno cambia poco, si chiude la pratica e gli altri sono liberi di continuare a fare le stesse cose. Fino alla prossima volta. Ma qui ci sono le colpe, è marcio il sistema, tutti sanno e nessuno parla, basta un voto o un incarico per essere contenti. E cosi forse ci troviamo con dirigenti che truccavano gare e facevano Gh? ripeto il forse. E ci troviamo presidenti che erano segretari nel periodo in cui i corridori hanno voluto i controlli perchè i dirigenti non li fermavano? forse. E allora diamo la colpa a chi ci deve convivere (corridori) o a chi dovrebbe impegnarsi per cambiare (dirigenti)? A tutti e due ma molto di più ai secondi, e faccio una proposta: dimettiamoci tutti, io ci sto (non ad essere il solo) e ripartiamo da assemblee di idee con gente comune e con tutti i nostri figli corridori, ripartiremo con il ciclismo, quello vero senza slogan, senza falsità, scalando una montagna e alzando le mani felici, con chi come me, alla bicicletta deve tanti momenti stupendi della vita, di conquiste, di sfide, di racconti e di viaggi. Basso è un bravo ragazzo, gli voglio bene, avrà sbagliato? se sì, peccato, ma rimane un bravo ragazzo e gli voglio bene, come a Marco, che veniva a trovarmi in Federazione con Boifava, con la Ronchi, e chi ci conosce lo sa. Gli voglio bene come a tanti peccatori che devono cambiare, come a tanti illusi che devono capire, ma non come a tanti maneggioni falsi che se ne devono andare.

Claudio Santi
Vice Presidente Unione Europea del Ciclismo


Trovo che Santi sia stato molto preciso, abbastanza sbilanciato (e quindi plaudibile), ed apprezzo anche il suo "mettersi in mezzo" al calderone dei dirigenti.

È assolutamente vero: cambiano corridori, sponsor, squadre e ds, ma i dirigenti di ciclismo sono sempre quelli, da anni.
Ex-corridori, o altri, non importa ("forse", faccio come Santi), ma servono personaggi nuovi, possibilmente il già meno implicati possibili negli affari politici e di palazzo nel ciclismo (ma allargando il tiro, l'obiettivo è ampissimo e vasto).

Però, per tornare sul reale, è ovvio che ci voglia quantomeno un "guru", o comunque un uomo d'esperienza che possa contornarsi di giovani, di gente nuova, questo sì.
Ma 'sto uomo d'esperienza chi potrebbe essere?
Ce n'è qualcuno di cui fidarsi?

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 01/07/2006 alle 18:33
Ciclismo: L'inquietante silenzio di Di Rocco

Gli occhi del mondo sono puntati sul Tour de France con lo scandalo doping che sta coinvolgendo il ciclismo mondiale. In questo scandalo è finito anche l’atleta italiano di punta: Ivan Basso. Appare alquanto strano il silenzio in materia del presidente federale Renato Di Rocco. Nuovamente non supportato a dovere dal suo ufficio stampa, il massimo esponente del ciclismo italiano ha deciso di non intervenire riguardo al caso Basso guardandosi bene dal recarsi in Francia nel tentativo, seppur vano, di risolvere la vicenda. Dove sarà il nostro presidente ? Sarà in vacanza o a presenziare a qualche presentazione di squadra o manifestazioni sconosciute alla massa. Un presidente federale di fronte a eventi storici, come quello di ieri che ha visto l’esclusione dalla più importante corsa a tappe del più importante atleta italiano e fresco vincitore del Giro d’Italia, ha l’obbligo di intervenire. Onore a Biarne Rijs onore alla T Mobile che nonostante lo stato d’animo non fosse sicuramente dei migliori hanno deciso di intervenire. Un plauso anche a Brian Nygaard, ufficio stampa della CSC, uno dei migliori in questo compito, meritevole di avere gestito al meglio una vicenda scomoda.

Dalla Federazione ciclistica italiana, nessun segnale, nessun comunicato.

(fonte: ciclismo-online.it)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 01/07/2006 alle 18:48
Non mi colpisce particolarmente la lettera di Santi.
Di Rocco si era premurato ad applaudire il formalismo di un'Uci che difendeva Armstrong, facendo una pessima figura, e il suo silenzio in questi momenti è ancora più grave, sarebbe stata apprezata una difesa d'ufficio a favore di Basso, innocente fino a prova contraria.
Che stia aspettando che qualcuno gli scriva il discorso? Ordini di partito?

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 01/07/2006 alle 18:56
Davide, ricordi quando a un mio messaggio rispondesti cosi:

Occhio Mauro, qualcuno cercherà di spalare merda su Basso tirando in ballo la vicenda di Manolo Saiz, ..........
Preparati perchè gli sciacalli sono in agguato, secondo me.
Un saluto cordialissimo

E' successo + di un mese fa ma con grande ritardo devo dirti che avevi ragione.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 01/07/2006 alle 18:59
Originariamente inviato da stress

Davide, ricordi quando a un mio messaggio rispondesti cosi:

Occhio Mauro, qualcuno cercherà di spalare merda su Basso tirando in ballo la vicenda di Manolo Saiz, ..........
Preparati perchè gli sciacalli sono in agguato, secondo me.
Un saluto cordialissimo

E' successo + di un mese fa ma con grande ritardo devo dirti che avevi ragione.



Però i messaggi privati devono rimanere tali, io ho una reputazione pessima da difendere, e ci tengo!

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 01/07/2006 alle 20:26
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Originariamente inviato da stress

Davide, ricordi quando a un mio messaggio rispondesti cosi:

Occhio Mauro, qualcuno cercherà di spalare merda su Basso tirando in ballo la vicenda di Manolo Saiz, ..........
Preparati perchè gli sciacalli sono in agguato, secondo me.
Un saluto cordialissimo

E' successo + di un mese fa ma con grande ritardo devo dirti che avevi ragione.



Però i messaggi privati devono rimanere tali, io ho una reputazione pessima da difendere, e ci tengo!

Avevi ragione e te l'ho detto, per il resto non sono certo io e i miei scritti che possono rivalutare la tua "pessima" reputazione.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 02/07/2006 alle 21:19
trovo perlomeno " strano" che in questo forum non si abbia MAI il coraggio di parlare di addetti o dirigenti.. mancano notizie al riguardo..??
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 03/07/2006 alle 03:48
Originariamente inviato da roby

trovo perlomeno " strano" che in questo forum non si abbia MAI il coraggio di parlare di addetti o dirigenti.. mancano notizie al riguardo..??


Roby, facci capire meglio a cosa (o a chi) ti riferisci, così chi vuole può risponderti...

(e comunque se ne è parlato... e se ne parla... scrivi il cognome di qualche "addetto" o "dirigente" nel box 'cerca' e vedrai che c'è più di qualche personaggio del ramo politico-dirigenziale di cui si è dibattuto, e si dibatte...)

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/07/2006 alle 11:10
C'era una volta un grande campione che poi divento' un grande dirigente e, come tale, oggi si trova tra i maggiorenti di questo "magnifico" sport. Fu un esempio per le giovani generazioni del suo tempo: ti venivano i crampi in corsa perchè finalmente avevi deciso di provare anche tu le amfetamine ? Benedetto ragazzo e beata inesperienza: ti ci dovevi anche allenare con le amfetamine, non bastava assumerle il giorno della gara. Ah quale inestimabile valore l'esperienza di questi grandi vecchi.
E di quell'altro un po' piu' giovane, pure lui grande campione dal passato cosi' adamantino da catechizzare il suo giovane pupillo e stigmatizzare con giuste parole di fuoco le pratiche orrende e perverse di Basso il vizioso ?
Per non parlare del franzoso gloria nazionale che dal podio della "corsa piu' bella del mondo" caninamente (e santamente) latra pure lui sul reprobo immondo.

Almeno Moser se ne sta in camuffa e bello zitto (sperem).

Devo citarne altri ? Se avete tempo fino a sera...Perbacco, tutta santa gente che "viene dal gruppo", come recita qualche bello spirito...

E la nemesi di questo ciclismo dovrebbe venire da questi sopraccio' ?
Chi lo crede o è stupido o è in malafede: tertium non datur e Santi (che non ho il piacere di conoscere e che proprio per questo cito volentieri) ha ragione.

Forse la strada è quella percorsa dal tennis sul finire degli anni 50: via dalle federazioni, via dai comitati olimpici, in una parola via dalla politica. Il resto è fuffa.

Ciao,
Alberto

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Gino Bartali




Posts: 1332
Registrato: Mar 2005

  postato il 03/07/2006 alle 11:20
Originariamente inviato da prof


Almeno Moser se ne sta in camuffa e bello zitto (sperem).



Non mi pare....

Da sportal.it

Anche Francesco Moser commenta l'esclusione di Ivan Basso e di altri corridori dal Tour de France. Il presidente dell'Associazione Corridori Internazionale spiega: "Era ormai nell'aria da tempo la vicenda spagnola. Questo è un danno enorme per l'immagine del ciclismo. I migliori non ci saranno in Francia. Comunque altra soluzione non c'era. Il dossier riporta dei nomi e il codice etico delle squadre ha portato alla sospensione degli atleti. Aspettiamo di conoscere gli sviluppi e di sapere la verità, dico solo che tutti questi corridori con Basso in testa hanno fatto dei controlli al Giro d'Italia e sono risultati puliti".
"L'Associazione corridori vuole che si vada a fondo in questa vicenda, non si deve gridare al ladro senza avere la certezza di sapere i nomi. Poi bisogna che tutti i corridori si guardino in faccia per capire dove si vuole andare. Una percentuale di corridori dopati? Non voglio dirlo, dico che tanti hanno paura e non si avventurano nell'illecito, ma anche che il doping c'era anche quando correvo io. Se tutti stessero nelle regole si andrebbe più piano, ma il ciclismo sarebbe bello lo stesso. Sono i guadagni a spingere la gente a prendere certi rischi".

"Colpa degli atleti o delle persone che girano attorno allo sport con provette e medicinali speciali? Un corridore da solo non è in grado di fare certe cose. Qualcuno lo aiuta sicuramente, ma le responsabilità rimangono del corridore".

 

____________________
http://www.stefanobertolotti.com

Il tempo del commentatore onniscente è finito. C'è sempre un lettore - spesso, un migliaio di lettori - che su un dato argomento ne sa più di noi. Dargli spazio e ascoltarlo non è demagogia, nè sfruttamento. E' buon senso. (Beppe Severgnini)

Sono come un ginecologo: lavoro dove gli altri si divertono

Non è importante quello che si scrive ma quello che leggono gli altri

Ci sono tre tipi di giornalisti: quelli che si sorprendono delle cose che succedono, quelli che aspettano che le cose succedano e quelli che fanno succedere le cose

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/07/2006 alle 11:22
I medici, arrestati con le mani nella marmellata, hanno pagato la cauzione e puff non è successo niente perchè sono tornati a fare regolarmente (sic) il loro lavoro.
Alcuni ciclisti, invece, sputtanati ed esclusi sulla base di indizi non possono continuare a fare il loro lavoro e, a oggi, ancora non sanno perchè (non gli è stato conseganto nulla di scritto).
Morale: Gli spacciatori sono liberi di continuare a fare i cacchi loro mentre gli "EVENTUALI" clienti, ripeto "EVENTUALI", non sanno neanchè perchè non possono lavorare.

In mezzo a sto casino spuntano atleti "ipocriti" che quando vincono sono bravi, forti e puliti mentre quando perdono perdono perchè gli altri barano.
Dirigenti che adesso fanno gli indignati e sputano fiele (esempio Saronni) mentre quando loro atleti sono stati beccati "CON PROVE CERTE" e non indizi (esempio Rumsas) l'hanno difeso e gli hanno dato (sic) un'altra possibilità.
Altri, a parte Santi, sono passati agli onori della cronaca per ipocrisia o assenza (chi li ha visti? sentiti? ecc.).
Il codice etico (scritto da uno degli attori protagonisti di questa storiaccia) punisce i ciclisti mentre le squadre no.
Per finire silenzio assordante dall'associazione corridori (adesso dal post di maracaibo leggo che qualcosa si muove).
L'hanno schiaffato in cu...... a loro iscritti e nessuno alza il ditino e chiede spiegazioni.

Mi trovate qualcosa di logico in quello che è successo e sta succedendo in questi giorni?

Grazie.
Mauro "stress" Grassi

 

[Modificato il 03/07/2006 alle 11:31 by stress]

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 03/07/2006 alle 11:23
Comprensibile l'appello di Santi, tutti i dirigenti avranno applaudito il gesto, avranno detto: "bravo, ci vuole un segnale forte, non è solo colpa dei ciclisti, anzi"

Bene, allora che qualcuno cominci a dimettersi.

Chi inizia!!

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 03/07/2006 alle 11:25
Originariamente inviato da Maracaibo

Originariamente inviato da prof


Almeno Moser se ne sta in camuffa e bello zitto (sperem).



Non mi pare....

Da sportal.it

Anche Francesco Moser commenta l'esclusione di Ivan Basso e di altri corridori dal Tour de France. Il presidente dell'Associazione Corridori Internazionale spiega: "Era ormai nell'aria da tempo la vicenda spagnola. Questo è un danno enorme per l'immagine del ciclismo. I migliori non ci saranno in Francia. Comunque altra soluzione non c'era. Il dossier riporta dei nomi e il codice etico delle squadre ha portato alla sospensione degli atleti. Aspettiamo di conoscere gli sviluppi e di sapere la verità, dico solo che tutti questi corridori con Basso in testa hanno fatto dei controlli al Giro d'Italia e sono risultati puliti".
"L'Associazione corridori vuole che si vada a fondo in questa vicenda, non si deve gridare al ladro senza avere la certezza di sapere i nomi. Poi bisogna che tutti i corridori si guardino in faccia per capire dove si vuole andare. Una percentuale di corridori dopati? Non voglio dirlo, dico che tanti hanno paura e non si avventurano nell'illecito, ma anche che il doping c'era anche quando correvo io. Se tutti stessero nelle regole si andrebbe più piano, ma il ciclismo sarebbe bello lo stesso. Sono i guadagni a spingere la gente a prendere certi rischi".

"Colpa degli atleti o delle persone che girano attorno allo sport con provette e medicinali speciali? Un corridore da solo non è in grado di fare certe cose. Qualcuno lo aiuta sicuramente, ma le responsabilità rimangono del corridore".


E ti pareva; aveva una buona occasione per starsene zitto, e invece...Vorrei proprio sapere che cavolo mangiano (o meglio, bevono) su quelle montagne...
Ottimo lavoro Maracaibo.
Ciao,
Alberto

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 03/07/2006 alle 11:36
Il dottor Conconi non ha subito qualche indagine per somministrazione di materiale dopante a vari atleti?
Ha subito delle condanne?

Non vorrei dire bufale, ma a me pare sia così, eppure continua ad insegnare nelle università, ma perchè mi stupisco, in Parlamento siedono "onorevoli" condannati ai quali paghiamo puntualmente lo stipendio.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Roger De Vlaeminck




Posts: 636
Registrato: Feb 2006

  postato il 03/07/2006 alle 13:35
Santi ha bevuto troppo gotturnio!

 

____________________
Pap

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 04/07/2006 alle 00:11
..dalla FEDERAZIONE..nessuna dichiarazione.. nemmeno un commento..
in fin dei conti si parla, se non sbaglio dell'Italiano vincitore del giro d'Italia...mi sembra proprio un ..brutto silenzio..

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 05/07/2006 alle 12:44
ho letto di una riunione di una associazione di codice etico (??) svoltasi a lodi.. qualcuno può spiegare..?? chi sono i promotori ? chi lo sapeva..?? grazie..
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 05/07/2006 alle 13:44
Questo l'articolo:

Un'associazione etica contro la Federciclismo

Sabato 1/7/2006 presso il palazzo sport di Lodi, si è tenuta la prima riunione pubblica del Direttivo dell'Associazione Etica Sportiva, con soci intevenuti da buona parte dell'Italia, (Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Emilia Romagna, Piemonte) a dimostrazione di una volontà estesa di restituire allo sport e al ciclismo in particolare i suoi valori fondativi. Tema della discussione il Ciclismo in Italia. Doveva essere il primo momento di riflessione collettiva , ma visto quanto sta accadendo nel nostro amato sport si e' passati subito all'azione propositiva, ponendo sul tavolo della discussione le seguenti questioni:

- Quali iniziative intende promuovere il nostro Consiglio Federale rispetto alle ultime vicende sul doping per i fatti avvenuti in Francia / Spagna ?

- Come vengono utilizzati i fondi "STRAORDINARI" ricevuti dal CONI per l'attivita'?

- Dove sono finiti i fondi per le attivita promozionali nelle regioni?

- Perche' i Presidenti regionali non vengono più convocati per discutere sui temi rilevanti della nostra federazione come prevede lo statuto e come mai il sistema delle regole che vige nelle nostra federazione viene regolarmente disatteso?

- La mancata discussione di importanti tematiche da parte della strutture periferiche toglie al vertice del ciclismo nazionale il contatto importantissimo e vitale con la base.

- Dove sono finiti i controlli anti Doping e perchè il presidente federale ha abbassato la guardia su questo tema?

- Pensiamo forse che a non parlarne si risolvano le situazioni?

- Nessuna esasperazione certo, ma occorre avviare una riforma del pensiero su tutto l'argomento.Le societa' " professionistiche" sono in regola con i compensi erogati ai propri atleti ?

Queste sono le domande che i soci dell'AES hanno iniziato a porsi (per dire la verita' ce ne sono molte altre ma non ci sarebbe posto per tutte ). Noi le giriamo ai vertici federali sperando di avere da parte loro delle risposte chiare.Ma la domanda piu' importante, per la quale sicuramente non ci accontenteremo di risposte evasive e fumose e': QUESTO CONSIGLIO FEDERALE HA UN PROFILO ETICO E MORALE NEI SUOI COMPORTAMENTI ???? A CHE TITOLO IL PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA INTERVIENE CONTRO LA WADA A DIFESA DI UN ATLETA AMERICANO SULLE VICENDE LEGATE AL DOPING ???La riforma e la revisione dell'attività giovanile quando verrà concepita come elemento nuovo e vincente anche nella lotta al Doping?

(fonte: ciclismo-online.it)

Sinceramente non avevo letto niente prima del 1° luglio, né un avviso, né inviti... non lo so... magari nella zona avranno avvertito...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 05/07/2006 alle 14:09
Mio padre è presidente provinciale di Pesaro e non ne sapeva niente!
Leggo tutte le riviste della Federazione che arrivano in ufficio e nessuna parlava di questo incontro, sicuramente è stato organizzato da altre associazioni.

Comunque posso spiegarti una cosa che riguarda la mia provincia, e non è molto ricca ciclisticamente parlando, mio padre passa la maggior parte del tempo che dedica al ciclismo, iscrivendo corridori e squadre, facendo riunioni tra le società di varie categorie e partecipando alle corse (tutte, perchè è un appassionato e mia madre lo accompagna sempre).
I problemi, che ci sono sicuramente, le società locali li discutono con lui solo quando non li hanno risolti da soli e quelli del CONI puntualmente non vogliono avere guai.
Alla festa organizzata a Saltara per la presentazione della tappa, quelli del CONI si sono presentati per la cena e non avevano mai visto Ivan, neanche in foto.
Durante la tappa di Saltara mio padre ha lavorato come un n... insieme alla gente della città, ma quando è stato il momento dell'arrivo, delle premiazioni e interviste, fuori tutti, tutti cacciati dietro alle transenne, la RCS non voleva scocciatori, il giochino era solo il loro e niente ringraziamenti per nessuno.
La Federciclismo utilizza gente capace, disponibile e appassionata alla base ma non sa darne il giusto valore e come dirigenza mette politicanti sfiduciati ed annoiati.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/07/2006 alle 12:48
Originariamente inviato da miky70

Mio padre è presidente provinciale di Pesaro e non ne sapeva niente!
Leggo tutte le riviste della Federazione che arrivano in ufficio e nessuna parlava di questo incontro, sicuramente è stato organizzato da altre associazioni.

Comunque posso spiegarti una cosa che riguarda la mia provincia, e non è molto ricca ciclisticamente parlando, mio padre passa la maggior parte del tempo che dedica al ciclismo, iscrivendo corridori e squadre, facendo riunioni tra le società di varie categorie e partecipando alle corse (tutte, perchè è un appassionato e mia madre lo accompagna sempre).
I problemi, che ci sono sicuramente, le società locali li discutono con lui solo quando non li hanno risolti da soli e quelli del CONI puntualmente non vogliono avere guai.
Alla festa organizzata a Saltara per la presentazione della tappa, quelli del CONI si sono presentati per la cena e non avevano mai visto Ivan, neanche in foto.
Durante la tappa di Saltara mio padre ha lavorato come un n... insieme alla gente della città, ma quando è stato il momento dell'arrivo, delle premiazioni e interviste, fuori tutti, tutti cacciati dietro alle transenne, la RCS non voleva scocciatori, il giochino era solo il loro e niente ringraziamenti per nessuno.
La Federciclismo utilizza gente capace, disponibile e appassionata alla base ma non sa darne il giusto valore e come dirigenza mette politicanti sfiduciati ed annoiati.


Ciao Miky, non mi perdo mai i tuoi posts perchè li trovo assennati e garbati. Mi è piaciuto molto quello scritto mentre stiravi...un'immagine molto bella. Vabbè. Per quanto mi concerne è dai tempi del caso Pantani che sostengo la morte del ciclismo a causa dei suoi dirigenti, tutti rigorosamente "provenienti dal gruppo" come auspica ed ha sempre auspicato il Direttore di BS. Spero di non essere troppo ottimista, ma mi pare che pure Santi ed il ns. Mario C. esprimano perplessità su questi Signori. Io penso e credo fermamente che nessuno sponsor possa ritenere il suo investimento tutelato da questa masnada di incapaci e, senza sponsor, come dire...senza sponsor, no party. No ciclismo. Per non parlare delle famiglie che volessero indirizzare i propri figli ad una pratica sportiva: tutti gli sport vanno bene, purchè non sia ciclismo. Va quasi da sè, a questo punto, che dirigenti i quali si siano ritrovati in questo cul de sac si siano anche di fatto autosqualificati ed abbiano, sempre di fatto, rivelato tutta la propria incapacità e miseria. Non resta che rifondarsi a partire dai Dirigenti di base, dagli organizzatori di corse, dagli sponsor e dai gruppi sportivi: fuori dalla Federazione, fuori dal Coni e fuori dalla politica. Una rivoluzione culturale che porti alla ribalta persone eticamente irreprensibili e che non abbiano mai convissuto con la cultura del doping a nessun titolo. Che credibilità possono avere gli attuali personaggi "provenienti dal gruppo"?
Ragioniamo per assurdo: ammettiamo soltanto per un attimo che quanto emerso dalla Operacion Puerto sia tutto vero: davvero si potrebbe onestamente credere che i teams, i direttori sportivi, i medici, i massaggiatori, i meccanici, gli autisti ne fossero all'oscuro ? Di tutte, TUTTE, le squadre, si badi bene. Non prendiamoci in giro...
Ma siccome poi non si può condannare nessuno senza prove piu' che provate e dopo regolare processo, non si può non essere con Stress/Mauro al quale va tutta la mia stima ed il mio affetto per l'onestà, la passione e la capacità espositiva dei suoi scritti. Ragion per cui, una volta usciti dalle ipotesi accettate per assurdo e ritornati allo stato delle cose, non si può che chiedersi dove sono questi "dirigenti" che non sanno (o non vogliono) tutelare il ciclismo dalle montagne di fango che gli si è buttato addosso in tutti questi anni. Perchè si ammette e si tollera quanto sta accadendo al Tour, in barba ad ogni piu' elementare principio naturale che alligna alla base di ogni ordinamento giuridico, foss'anche il piu' sgangherato e bananiero ?

Cio' dimostra una cosa soltanto, che la nave è ormai in mano al cuoco di bordo e la piu' nefasta delle ipotesi sul destino di questo ciclismo è non solo plausibile ma certa.

Ciao Micky, ciao Mauro e a quei pochi che possiedono la sensibilità per capire la gravità del momento: non sembrano tanti, in vero.
Alberto

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/07/2006 alle 13:24
Nel ciclismo funziona un po' così:

"Questa è casa mia e qui comando io"

Nelle società dei giovani conta il papà del corridore che vince, l'amico dello sponsor o quello che trova lo sponsor;
Se il DS ha carattere viene ascoltato, altrimenti viene ignorato;
quello che dice la Federazione non ha un gran valore, perchè spesso è vista come la parte burocrate del ciclismo e non a torto, non c'è collaborazione o disponibilità, è per questo che qui mio padre viene sempre riconfermato, perchè fa, approfittando del fatto che ha un lavoro autonomo e spesso partecipa alle spese.
Ma come ho detto nel precedente post, Pesaro è piccola come realtà ciclistica, qui abbiamo Giunti e Cardellini come professionisti, da poco si è aggiunto Tonti che si è trasferito.
La mia città viveva prima per il Basket, la Scavolini raccoglieva tutte le sponsorizzazioni possibili, poi è arrivato Valentino Rossi.
Il nuoto è una realtà che è sempre esistita, ma con Filippo Magnini adesso è iniziata una nuova primavera.
Se il ciclismo locale imparasse ad organizzarsi e a valorizzarsi come fanno le società di nuoto e basket crescerebbe tantissimi campioni, perchè da qui a Gabicce e Gradara è pieno di cicloamatori che si portano dietro i propri bambini perchè non hanno la cultura del ciclismo come scuola.

Quello che pensano le società qui è che l'importante è vincere e per vincere ti devi aiutare, perchè le società hanno spese enormi, perchè tutto il sistema si avvantaggia, perchè se vinci è perchè sei il più forte (un asino non sarà mai un cavallo), perchè servono personaggi che portino alla ribalta il ciclismo.

Grazie ad Alberto per i complimenti.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6314
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/07/2006 alle 13:48
Grazie.

Cominciavo a pensare di essere diventato come quel giapponese sull'isola 40 anni dopo la fine della guerra.

Quando tutto va bene sono tutti bravi mentre al minimo problema la loro incapacità, la loro ipocrisia, la loro la stuzzaggine (l'animale non la cosa che galleggia) e la loro cosa che galleggia (stronzaggine) vengono fuori.
Spero che questo cataclisma crei una voragine che li inghiotta tutti così tracciamo una bella linea "ZERO" e da li ripartire con serietà e impegno.
Educazione, rispetto, sportività e onestà.
Questi sono i valori da cui ripartire.

 

____________________
"MEGLIO NON ESSERE RICONOSCIUTO PER STRADA CHE ESSERLO ALL'OBITORIO.
IL CASCO SALVA LA VITA, LA CHIOMA VA BENE PER LA FOTO SULLA TOMBA"!!!


Articolo 27 della costituzione Italiana

La responsabilità penale è personale.
L'IMPUTATO NON E' CONSIDERATO COLPEVOLE SINO ALLA CONDANNA DEFINITIVA.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 155
Registrato: Nov 2005

  postato il 06/07/2006 alle 15:04
Per ripartire da zero si potrebbe prendere in prestito Borrelli e Palazzi e mettere alla sbarra dirigenti,DS,ciclisti,medici,massaggiatori,CT,stracciare le licenze alle squadre e i contratti con gli sponsor
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/07/2006 alle 16:33
E allora non ci sarebbero corse.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/07/2006 alle 16:37
Originariamente inviato da miky70

E allora non ci sarebbero corse.


Viene anche voglia di aggiungere...'cosi' come non ci sarà campionato' .
Ciao
Alberto

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/07/2006 alle 16:41
Originariamente inviato da prof

Originariamente inviato da miky70

E allora non ci sarebbero corse.


Viene anche voglia di aggiungere...'cosi' come non ci sarà campionato' .
Ciao
Alberto


Se nella mia città la squadra non fosse fallita lo scorso anno, la prossima stagione avrei (forse) potuto vedere la Juve.
Pensa che disdetta: non sono mai andata a veder giocare la VIS anche se abito vicino allo stadio e adesso che ci andrei volentieri non gioca più.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Eddy Merckx




Posts: 1230
Registrato: Jun 2005

  postato il 06/07/2006 alle 17:19
Originariamente inviato da miky70


Se nella mia città la squadra non fosse fallita lo scorso anno, la prossima stagione avrei (forse) potuto vedere la Juve.
Pensa che disdetta: non sono mai andata a veder giocare la VIS anche se abito vicino allo stadio e adesso che ci andrei volentieri non gioca più.



Per fortuna la squadra della mia città è rimasta in A per due anni. Per due anni ho fatto l'abbonamento e mi sono divertito un sacco. Inutile dire che gli incontri con Juve, Milan, Inter sono stati i piu' belli e divertenti...e seguiti dal pubblico (stadio pienissimo). Che voglia dire qualcosa ?

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/07/2006 alle 17:40
Originariamente inviato da prof

Originariamente inviato da miky70


Se nella mia città la squadra non fosse fallita lo scorso anno, la prossima stagione avrei (forse) potuto vedere la Juve.
Pensa che disdetta: non sono mai andata a veder giocare la VIS anche se abito vicino allo stadio e adesso che ci andrei volentieri non gioca più.



Per fortuna la squadra della mia città è rimasta in A per due anni. Per due anni ho fatto l'abbonamento e mi sono divertito un sacco. Inutile dire che gli incontri con Juve, Milan, Inter sono stati i piu' belli e divertenti...e seguiti dal pubblico (stadio pienissimo). Che voglia dire qualcosa ?


Che senza Juve e Milan in A, i prezzi dei biglietti delle altre squadre costeranno di meno perchè la gente andrà meno allo stadio!
Che gli interisti finalmente saranno più felici!
Che molti mariti ex juventini ed ex milanisti guarderanno di più le loro mogli, mentre altri scapperanno per andare allo stadio!

Al mio non gliene può fregar di meno, toglietegli tutto tranne il suo PC!

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 06/07/2006 alle 17:41
Oh!Oh!
sono uscita dal seminario.
Chiedo venia.

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Tour




Posts: 151
Registrato: Aug 2005

  postato il 10/07/2006 alle 12:50
altra lettera ufficiale di Santi cosa diranno ?? come si giustificheranno ? ma vedo che per il forum non è un argomento interessante...
 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 10/07/2006 alle 14:00
Originariamente inviato da roby

ma vedo che per il forum non è un argomento interessante...


Roby, e basta, dài... son tre volte che dici cose simili senza motivarle... evidentemente gli altri non ci han fatto caso, allora riportala tu... discutine tu per primo, no!?
Non penso ti serva essere imboccato...

Non fraintendermi: però è anche vero che più su ti ho posto domande a cui non hai risposto... non riesco a capire dove vuoi andare a parare...

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 10/07/2006 alle 14:39
Un'altra lettera di Santi? Ancora? Su che sito si trova?

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 10/07/2006 alle 14:50
Originariamente inviato da aranciata_bottecchia

Un'altra lettera di Santi? Ancora? Su che sito si trova?


Ma non si doveva dimettere

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Under 23




Posts: 18
Registrato: Jan 2006

  postato il 10/07/2006 alle 17:45
Siamo sempre alle solite.
www.fabbricadelleidee.splinder.com @Forum (insieme xil pirata) Roby

 
Edit Post Reply With Quote

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 11/07/2006 alle 23:04
Io, davvero, non ho parole...

*****************

I corridori italiani si congratulano con i campioni del mondo

11 luglio - Il presidente dell’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani, Amedeo Colombo, ha inviato una lettera di felicitazioni al presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Sergio Campana. La riportiamo integralmente qui di seguito.

Gent.mo Sergio Campana,

la straordinaria impresa realizzata dai campioni del calcio italiano ha regalato ai corridori ciclisti professionisti, agli altri atleti di ogni disciplina sportiva e naturalmente ai milioni di tifosi una gioia incontenibile. Vorrei, a nome di tutti i corridori italiani e a titolo personale, testimoniarLe la gratitudine per le profonde emozioni e per l’immensa soddisfazione determinate dalla conquista della Coppa del Mondo di calcio.

L’aver saputo esprimere sul campo di gioco i valori più autentici dello sport e l’orgoglio dell’essere italiani rappresenta per tutti, noi inclusi, protagonisti di una disciplina sportiva popolare e radicata quanto il calcio, un esempio grandioso. Essere riusciti a compiere tale impresa in una contingenza resa sfavorevole dalle note vicende giudiziarie è la prova di come il patrimonio di nobiltà insito nello sport possa e debba trionfare anche nei momenti di maggiore difficoltà. Non possiamo che trarre da questo vostro insegnamento fiducia e speranza.

A Lei e agli eroi della meravigliosa avventura le nostre più sentite e sincere felicitazioni.

Cordiali saluti,
Amedeo Colombo
Presidente Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani


(fonte: Comunicato Stampa ACCPI)

****************

Ma Colombo le lettere per difendere Basso, e Caruso, e Scarponi, quando le scrive?

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi
Utente del mese Ottobre 2009




Posts: 6093
Registrato: Jul 2005

  postato il 11/07/2006 alle 23:27
E poi ci si lamenta di come vanno le cose nel ciclismo... Con gente del genere dove si vuol andare? Allo scatafascio! Ecco dove si va...
Scusate, ora devo andare a vomitare...


 

____________________

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 4674
Registrato: Jun 2006

  postato il 12/07/2006 alle 07:56
Come ha scritto Stress nella sua firma, "i topi sono i primi a scappare", mi sembra chiaro che certi personaggi stiano cercando lavoro in un'altra federazione.

E neanche si accorgono quanto sono patetici

 

____________________
Michela
"Stiamo Insieme, Vinciamo Insieme - Ivan Basso"


Vita in te ci credo le nebbie si diradano e oramai ti vedo non è stato facile uscire da un passato che mi ha lavato l'anima fino quasi a renderla un po' sdrucita. Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto



http://www.adidax.com/
resisterai 5 minuti senza sport?

 
Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Hugo Koblet




Posts: 413
Registrato: Aug 2005

  postato il 12/07/2006 alle 08:27
Ha detto bene sto Santi qui.
Come è possibile tutto questo silenzio di tacito assenso.
Tutto OK? Tutto normale?
Sembriamo un gruppo di conigli di fronte alla volpe.
Dovè la FCI (Federazione Consapevoli In Silenzio) dopo che si è logorata da dentro non è capace più di ridare luce a questo sport.
Fate bene a cambiare lavoro STR...I tutti in galera.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2301
Registrato: Dec 2003

  postato il 12/07/2006 alle 08:30
Trovo anch'io penosa la lettera di Colombo. Non tanto per i complimenti ai calciatori - sapete come la penso - ma per l'inezia che ha dimostrato nel (non) scrivere altre, ben più importanti lettere.

Io penso che a questo punto sia la base a doversi muovere. Una base che deve prendere coscienza che essere dirigenti o atleti di base non significa tesserare x amatori o y ragazzini all'anno, organizzare tot corse o qualche GF con cena sociale di fine anno. Significa piuttosto dire la propria opinione pubblicamente su queste cose è spingere i vertici a fare qualcosa.

Ma noi utenti di cicloweb non potremmo iniziare a scrivere documenti e firmarl? Molti di noi sono tesserati, o comunque competenti tifosi. Abbiamo un veicolo straordinario: un sito internet molto seguito. Abbiamo persone che sanno scrivere e sanno a chi indirizzare le nostre riflessioni. Che aspettiamo?

Cosa dice Petrucci sul caso Basso-Tour? Cosa dice di Rocco? E la sua opposizione in consiglio federale? Colombo sta per farfalle? E Bugno, presidente dei corridori?

 

____________________
Il mio blog: http://passodellacisa.blogspot.com
La mia squadra ciclistica:http://altalunigiana04.comyr.com

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Moderatore




Posts: 21608
Registrato: Oct 2004

  postato il 12/07/2006 alle 09:11
Originariamente inviato da Frank VDB

E Bugno, presidente dei corridori?


Bugno? Il Presidente del CPA (Professionisti Internazionali) è Moser, il Presidente dell'ACCPI (Professionisti Italiani) è - appunto - Colombo.

 

____________________
Mario Casaldi - Cicloweb.it

CICLISTI
Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage
<<  1    2    3    4  >> Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
2.3442190