Board logo

Il Forum di Cicloweb

Non hai fatto il login | Login Pagina principale > Dite la vostra sul ciclismo! > 10 longobardi sul ghisallo
Nuovo Thread  Nuova risposta  Nuovo sondaggio
< Ultimo thread   Prossimo thread >  |  Versione stampabile
Autore: Oggetto: 10 longobardi sul ghisallo

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 01:33
Mi piace scrivere dei miei favoriti, che in fondo sono gli stessi che stanno sulla bocca di tutti:

1° CUNEGO perchè vado in brodo di giuggiole quando un corridore è capace di vincere nello stesso anno il giro d'italia e una classica monumento, tipo Berzin nel 1994 o Bugno nel 1990.
2° REBELLIN perchè può entrare nella leggenda con la forza di un terremoto, ha le qualità e la determinazione per farlo.
3° BETTINI quasi tutti dicono che il percorso gli si addice poco, lo dico anche io e, bausettete, lo dice anche lui: che si stia nascondendo?
4° BASSO che vi devo dire, io adoro la sua astuzia degna di Ulisse, i mezzi che la natura gli ha messo a disposizione non sono eccelsi ma Ivan c'è sempre e comunque. E ha una sorella che è un inno alla gioia, scusate se è poco.
5° CASAGRANDE toscanaccio di marmo, in grande forma dopo mille peripezie, piazzato all'emilia e alla milano-torino, non si può non annoverarlo tra i favoriti di rito.
6° SERRANO perchè la milano-torino non è la coppa del nonno, Marcos Antonio è in forma e galvanizzato dal successo.
7° MAZZOLENI è in formissima e infuriato come un cinghiale per aver buttato via la milano-torino quando credeva di averla già in tasca.
8° MARTIN PERDIGUERO vincitore astuto a sansebastian, già terzo alla milano-torino dello scorso anno, se è in forma può dire la sua.
9° NOCENTINI un outsider bisogna inserirlo, perchè il lombardia ne ha regalati parecchi.
10° FRIGO annata tribolata, sembrava aver recuperato per poi spegnersi ancora, ma il lombardia è una corsa adattissima ai suoi mezzi.

Signore e signori, fate il vostro gioco.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 185
Registrato: Nov 2002

  postato il 16/10/2004 alle 02:21
allora vediamo:

1^ BOOGERT, dopo tanti piazzamenti potrebbe essere la volta buona..
2^ CASAGRANDE, potrebbe chiudere in bellezza una stragione.. da dimenticare;
3^ FRIGO, vale il solito discorso fatto per 'Nando' Casagrande;
4^ BASSO, ha ancora molte energie e lo si è visto al mondiale;
5^ CUNEGO, c'è molta salita, percui..
6^ REBELLIN, è d'obbligo, lotta per vincere la Coppa..
7^ EVANS, mancando Vinokourov può fare la sua corsa
8^ RASMUSSEN, se non vincente potrebbe fare un buon piazzamento
9^ BETTINI, dovrebbe giocare 'di rimessa' controllando la sola ruota di Rebellin, però...
X^ BARTOLI, della serie.. non c'è due senza tre..


Inoltre mi farebbe piacere anche un buon piazamento sia del NOCEntini che del falco SAVOLDELLI..

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 12:23
Mi sembra che la diretta di rai3 cominci verso le quattro meno un quarto, per ora ci si può accontentare della cronaca di radiocorsa sul sito della gazzetta.

ps nei primi 60km c'è una bella andatura, oltre 42Km/h di media.

 

[Modificato il 16/10/2004 alle 12:26 by aranciata_bottecchia]

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 13:14
Ahi, ritirato Sella che aveva cercato invano di agganciare gli uomini in fuga, Quinziato Tiralongo Rast Flecha e Gutierrez.
Gutierrez credo sia Ivan, quello che lo scorso anno vinse l'emilia, non l'Enrique delle tappe al delfinato e alla vuelta.
Tra pochi kilometri affronteranno le salite che portano al premana.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 13:17
nn dubitavo che nn fosse quello della vuelta...
dispiace per il grande sella,ma d'altronde per lui e'stata una stagione tiratissima,ha fatto forse piu'corse di cunego,insomma al primo anno tra i pro,e poi cmq anche oggi ho letto che ha dato battaglia,che tenacia,magari si sara'spremuto troppo nel tratto di pianura che costeggia il lago e che divide le due salite,ora stanno affrontando premana...penso gia'qui si vedra'chi il lombardia nn potra'vincerlo!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 14:06
finalmente son riuscito a trovare le caratteristiche delle salite di civiglio e di s.fermo della battaglia(fonte gazzetta),due bei strappetti di un paio dikm.al7-8%e punte superiori al 10%!eh si,un gruppetto ridotto si giochera'li,fra poche ore il lombardia e la coppa del mondo..

 

[Modificato il 16/10/2004 alle 14:49 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 14:47
Sì, anche io penso che il ghisallo selezionerà al massimo una dozzina di corridori, poi sugli strappetti finali chi ha ancora gambe potrebbe tentare la sortita.
Mi aspetto comunque sorprese.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 15:25
Almeno ai piedi del ghisallo Tiralongo Flecha e Quinziato ci arriveranno da soli con oltre 3 minuti di vantaggio, comunque andrà la loro sarà stata una bella corsa.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 15:49
Presi...stà per cominciare la salita e spero che quei fessacchiotti di rai3 si sbrighino a far partire il collegamento, leggo di Casagrande e Basso in testa a tirare e sto sfrigolando di impazienza.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 17:39
DAMIANO CUNEGO: se Rebellin cambia nazionalità, allora il Piccolo Principe cambia pianeta, sorvolando i corpi celesti è approdato all'asteroide dei campionissimi, dopo la doppietta giro d'italia-lombardia il rilascio del passaporto cosmico è automatico.
Grazie Damiano, ho persino qualche lacrima di gioia, non me lo aspettavo.
Stanotte mi addormenterò con le immagini del Piccolo Principe in picchiata come un falcone pellegrino sulla discesa del civiglio.
MICHAEL BOOGERD: complimenti ad Alfea; purtroppo Boogerd è sempre più il Rebellin d'olanda, quindi se un giorno eguaglierà le imprese di Davide ebbene ne gioirò, la sua carriera lo merita.
IVAN BASSO: adoro questo corridore, oggi poi sembrava trasfigurato, ha attaccato tantissimo , stratosferico sul ghisallo, indomito sul civiglio, sempre davanti e spesso senza chiedere cambi, fantastichissimo.
CADEL EVANS: altro centro di Alfea, io invece non credevo che si sarebbe ripetuto dopo la bella milano-torino; a questo punto auguriamoci che non sia un fuoco di paglia ma la rinascita di un corridore che tanti aspettavano da troppo tempo.
DANIELE NARDELLO: inesauribile, se Cunego ha agganciato i fuggitivi sulla garibaldina, Daniele ha saputo sfruttarne la discesa; bravissimo ad esserci anche lui.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 16/10/2004 alle 22:17
Tra le altre cose: ho avuto un attimo di paura quando ho visto Nozal andarsene via tutto solo, i liberty seguros avevano già vinto la torino e il piemonte e temevo che facessero il tris; davvero impressionante il finale di stagione di Nozal.
Bruseghin: in un altro thread Pirata si domandava se non fosse lo stesso Bruseghin a sostituire Cioni come uomo di classifica alla fassa...ebbene il lombardia, dopo la bella mondialcrono, ha confermato che qualche possibilità c'è.
Cunego: come ha fatto notare Maurizio Sansone nelle pagelle di cicloweb, Damiano ha peccato in esuberanza dopo il ghisallo e dopo civiglio e ha rischiato di perdere il trenino giusto sulla salita di sanfermo, tuttavia il coraggio e la potenza espressi nel rimediare a questi piccoli errori lasciano intuire che, allorchè si sarà costruito il necessario bagaglio di esperienza, questo ragazzino rischia veramente di diventare un fenomeno; in questa ottica è stata positivissima l'esperienza maturata alla vuelta, una corsa che forse lo ha troppo "imballato" in vista del mondiale ma che rappresenta un investimento per il futuro.
Tra le altre cose non mi stupirei se nell'arco di un paio di stagioni cominciasse a entrare regolarmente nelle top-ten delle cronometro delle corse a tappe.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Alfredo Binda




Posts: 1101
Registrato: May 2004

  postato il 17/10/2004 alle 00:47
Complimenti per i pronostici di Aranciata ed Alfea: Cunego e Boogerd sono stati assieme a Basso i più brillanti.
Vorrei spendere una parola per ciascuno dei 3.
1. Cunego è stato eccezionale: ha fatto una gara incredibile all'attacco molto dispendiosa, nonostante questo ha riservato energie nel finale e ha tenuto duro in modo epico su S.Fermo; nopn lo credevo fra i favoriti e devo chiedergli scusa: oggi Damiano hai fatto luce sull'unica dote cui si potevano nutrire riserve: la tenuta atletica in una classica monumento. In effetti cunego ha passato così bene l'esame che la dote che più ha messo in mostra è stata proprio la capacità di recupero fra uno scatto e l'altro; molto brillante anche la sua volata. Assolutamente perfetto.
2. Boogerd da un po' di corse collabora un po' di meno con i fuggitivi, ha capito che se dà troppi cambi viene regolarmente fregato...purtroppo anche se è meno collaborativo la musica non cambia: ha fatto una bella volata come non raramente gli accade, peccato che ne trova sempre uno più brillante di lui (arrivasse ultimo nelle volate dei gruppetti...invece riesce ad arrivare sempre secondo o terzo). Concordo in pieno con Aranciata, Boogerd è il Rebellin d'Olanda, vale a dire un corridore di grande classe che però non ha ricevuto in dono la dote più importante per un cacciatore di classiche: lo sprint! E' un corridore di grande classe, direi è pari a Dekker, ma rispetto al connazionale è fermo allo sprint. Peccato.
3. Esistono due Ivan Basso differenti: quello pietoso che assieme ad alcuni amici del fourm ho criticato al tour in modo anche molto marcato...si trattava di un Basso passivo, una sorta di decimo uomo Us Postal che si difendeva in salita per perdere a cronometro...
In questo finale di stagione (giro dell'emilia, campionato del mondo, giro di lombardia) abbiamo invece visto un corridore di un'altra pasta, più deciso, più consapevole dei suoi mezzi e anche più maturo mentalmente. Abbiamo scoperto che sa scattare in salita (e lo fa anche benino) e che vuole vincere il Giro del 2005! Non ha la classe pura di Cunego nel senso che il suo scatto è meno incisivo, non ha spunto veloce e ha avuto un processo di maturazione più lento, ma è una grande realtà del ciclismo italiano.

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 01:05
E' verissimo che Ivan Basso sia maturato mooolto lentamente, ma ho la sensazione che sia una locomitiva diesel, adesso sarà dura fermarlo, secondo me diventerà un grandissimo regolarista.
Devo poi ammettere che se l'ammirazione che ho per Cunego è epidermica, quella per Basso è assolutamente cerebrale, uno è un campione naturale, l'altro ha dovuto "costruirsi", Cunego è eroico quando vince, Basso quando mi costringe a sperare che possa vincere.
Grazie a entrambi, e grazie anche a tutti gli assi del ciclismo italiano per questa bellissima stagione, Bettini, Rebellin, Petacchi, senza dimenticare Simoni e Garzelli, inferiori alle attese ma non deficitari, e le belle affermazioni di Sella e Pozzato.
Un'annata d'oro, al di là di qualche piccolo neo.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 17/10/2004 alle 03:41
DUNQUE.
forse le mie considerazioni potranno non garbare a tutti,ma se notate ci becco praticamente quasi sempre.cunego lo avevo visto alla milano-torino......e hai voglia a dire che deve smaltire il fuso americano.vi avevo detto che era stato in grado di riprendere tutti quelli che inseguivano mazzoleni.oggi chiaramente il migliore era basso,ma come quasi sempre non ha vinto,perchè non è veloce.farebbe bene a concentrarsi sui grandi giri,purtroppo devo dire,ma è così.cmq. ha impressionato sul ghisallo e sul san fermo.insieme a lui ha impressionato il piccolo principe,che ha fatto corsa praticamente sempre.anche se devo dire che gli è andata bene.ottimo l'attacco nella discesa tecnicissima che precedeva l'ultima salita,tanto che sembrava di rivedere il cunego che morde le ruote di popovich giu dal vivione.molto piu scriteriato invece l'allungo in pianura per inseguire i contropiedisti.a maggior ragione possiamo dire che questo è un fenomeno.del resto chi si ricorda verona '99 non poteva non ricordarsi questo nome,anche nei primi 2 anni da prò,quando i risultati ancora erano da venire.insieme a questi 2 il migliore è stato boogerd,che francamente a un certo punto pensavo fosse il favorito,perchè era quello che aveva speso di meno.francamente quest'anno non ricordo classiche piu interessanti,almeno per noi italiani.da vero batticuore.eh...eh..chiudiamo la stagione con i sogni nel cassetto,pronti per essere estratti già dal laigueglia prossimo venturo.una considerazione sulla vittoria di bettini in coppa.purtroppo per molti ci avevo beccato anche qui,però devo riconoscere che la coppa la meritava il davide,che è pur sempre un onesto lavoratore.e poi bettini ha vinto la challange senza neanche un successo...colpa di un meccanismo di punteggio piu scriteriato del motomondiale.rebellin ha dimostrato tutto il suo valore in quella magica settimana primaverile,dopo di chè ha combattuto coriacemente...,ma oggi piu di così non poteva proprio fare.
adesso sarebbe molto interessante scoprire chi chiuderà per l'ultima volta la stagione al primo posto del ranking uci,perchè non lo sò mica se zabel possa stare tranquillo.cunego ha vinto una gara pesante di cdm,e bettini ha vinto la coppa.....vi immaginate cunego n.1?eh....eh...bè del resto non sarebbe affatto immeritato.qualcuno di voi conosce il meccanismo di assegnazione dei punti?se questo dovesse ricalcare quello dell'atp di tennis,cunego guadagnerebbe tantissimo,zabel rimarrebbe piu o meno stabile,così come bettini,che forse potrebbe addirittura perdere punti,in virtu del fatto che la sua vittoria di coppa altro non sarebbe che una riconferma dell'anno scorso,il chè non gli varrebbe tanto.
P.S:SCERIFFO GUARDA IL CICLISMO!!!!!!E IMPARA!

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 17/10/2004 alle 11:16
certo che Bruseghin puo' fare l'uomo di classifica,va forte a cronometro e al giro 2001 ha dimostrato di andare forte anche in salita.Basso ieri ha effettivamente corso in modo diverso,come doveva fare,ed era anche riuscito a staccare Cunego,forse se il veronese non fosse rientrato Basso avrebbe vinto.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 11:26
Ciao Melamarcia, effettivamente continuano a non garbarmi le parole usate per descrivere Rebellin che secondo me è corridore di gran classe, ma non ha importanza perchè non voglio rinverdire una polemica stantìa.
Piuttosto il tuo discorso mi sembra condivisibile in linea di massima eccetto che per una considerazione: perchè mai Ivan Basso farebbe bene a concentrarsi sui grandi giri? oggi Ivan ha onorato il ciclismo e anche tu hai scritto "sceriffo guarda e impara", perchè non fà bene a questo sport la rinuncia alla competizione praticata da molti atleti: Ivan ha sfidato molto più che non un manipolo di avversari, Ivan ha sfidato il destino insovvertibile della propria natura, non poteva vincere e non si è comunque arreso, ha sfidato la sorte fino alla fine accettando poi la sconfitta con grandissima umiltà, da signore.
Per sua stessa ammissione le sfide alla sua portata saranno quelle del giro e del tour, questa è un'eco che risuona da anni, Melamarcia, da anni, ma voglio sperare e sognare che Ivan continui a lanciare sfide titaniche in teatri come il lombardia piuttosto che la freccia o la LBL, come se la sua corsa fosse la sfida dell'uomo contro le forze della natura.
Immagina se un giorno facesse suo uno di questi monumenti del ciclismo, che succederà?
Cadranno le fondamenta del cielo?
Spero davvero che Basso continui ad onorare sè stesso e il ciclismo e che non si trasformi in una sorta di Armstrong in sedicesimo, sarebbe molto triste.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 11:30
Ciao Guglielmo, perchè pensi che Basso avrebbe vinto? non credi che il buon BoogieBoogerd avrebbe avuto vita facile? e senza la presenza di Cunego anche Nardello avrebbe temporeggiato senza cercare l'allungo suicida poco dopo l'ultimo kilometro.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 13:28
anch'io credo che basso dovrebbe concentrarsi sui grandi giri,ma nn per questo rinunciare a prove che gli si addicono di coppa!
per esempio il prossimo anno dovra'essere al top per il giro,perche'nn provare gia da una ventina di giorni prima a fare sua una delle tre classiche quest'anno dominate da rebellin???io credo ci provera',e fara' bene,nonostante e'evidente che dovrebbe arrivar in solitaria,e questo gli preclude molte vittorie,come ieri solo morali,ma sara'proprio quella la sfida che ivan dovra'raccogliere,perche'vincere in solitaria una liegi,una freccia,un lombardia per uno che e'costretto a farlo causa il suo sprint,ma che ha anche le gambe di farlo(se ieri si arrivava ad huy,credo che ivan sarebbe stato trinfatore)lo ripagherebbe di tanti piazzamenti che tra freccia e lombardia il varesino ha gia'collezionato,e lo renderebbe protagonista di un'impresa d'altri tempi!
certo tutto questo senza modificare i propri piani in ottica grandi giri,perche'la sua annata dimostra che puo'tranquillamente esser in condizione per 2-3 mesi ed esser quindi competitivo sia al giro che al tour,e spero e credo che cosi'sara'il prossimo anno!
ma niente allenze col santone americano...!

 

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 3567
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 13:55
un ultimo applauso meritano i nazionali di verona,nardello,frigo,mazzanti,pellizotti e bruseghin,oltre a mazzoleni ed a un gradito ritorno come quello di evans,che smaltiti i problemi fisici che l'hanno torturato per un paio d'anni si sta riproponendo ai suoi livelli mostrati al giro2002,e'un corridore completo,dotato di ottimo fondo e recupero,credo lo ritroveremo spesso protagonista nelle classiche ma soprattutto nelle grandi corse a tappe(lo dicevo che se tutti al top la t-mobile quest'anno era la squadra piu'forte)!certo che l'ottimo piazzamento e la prova dei nostri sfortunati azzurri nn fa altro che farci aumentare i rimpianti per il mondiale di casa..!

 

[Modificato il 17/10/2004 alle 13:59 by Pirata x sempre]

____________________
Giuseppe Matranga

www.cicloweb.it

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote Visit User's Homepage

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 16:33
Mi unisco agli apprezzamenti di Pirata per gli azzurri, menzionerei anche l'ottimo Moreni del giro, del campionato italiano e di atene.
Quello di Evans è un ritorno doppiamente bello, perchè Cadel non è un atleta a fine contratto che cerca di mettersi in mostra, lui il contratto con la davitamon-lotto lo aveva in tasca già da un pezzo, avrebbe potuto tranquillamente andarsene in vacanza ed invece si è comportato da grande professionista.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 2475
Registrato: Sep 2004

  postato il 17/10/2004 alle 17:17
mah,ne' Boogerd ne' Evans sono dei velocisti ed essendo Basso ieri leggermente piu' forte degli altri due probabilmente avrebbe vinto,ovviamente se non fosse rientrato Cunego non l'avrebbe fatto nemmeno Nardello.quanto a Basso ha le qualita' per vincere Amstel,Freccia e Liegi,anche se per farlo dovra' essere al 100% e non al 99% altrimenti non riuscirebbe a staccare tutti,pero' fare Giro e Tour e' gia' piu' difficile e la CSC disponde gia' di molte alternative al varesino per la Grande Boucle.quanto a Evans finora ha dimostrato di avere difficolta' sulle salite lunghe,staremo a vedere.
 
Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 17/10/2004 alle 17:32
Hai ragione sul fatto che se non fosse rientrato Cunego non sarebbe rientrato nemmeno Nardello, non ci avevo pensato, ma secondo me Boogerd batterebbe Basso allo sprint dieci volte su dieci, ma anche la mia è solo un'opinione.

ps ovviamente mi riferisco ad uno sprint su superficie pianeggiante come quello di Como, la situazione si livellerebbe su traguardi in pendenza come quelli delle corse che hai citato tu, amstel, freccia , lbl, dove concordo con te che Ivan Basso possa dire tranquillamente la sua.

 

[Modificato il 17/10/2004 alle 17:35 by aranciata_bottecchia]

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote

Livello Tour




Posts: 203
Registrato: Sep 2004

  postato il 18/10/2004 alle 20:19
in effetti basso dovrebbe cmq. onorare lo spirito del ciclismo e correre come ha fatto quest'anno,altrimenti le mie allusioni allo sceriffo non avrebbero senso.certo che però è un peccato che uno come il varesino possa essere tentato a prendere decisioni del genere.però...eh..voi vi fidate del programma di preparazione di rijs?io già mi meraviglio che la csc non lo obblighi a fare solo il tour,ma anche il giro..e poi a volte sono stato turbato dal fatto che ivan abbia preso in certe situazioni troppo a modello il texano.già il fatto che lo volesse tra i suoi leccapiedi quest'anno nel ruolo poi coperto da azevedo,in passato da hamilton,heras,e prossimamente da popovich e savoldelli(anche se secondo me il primo lo hanno preso davvero per puntare a vincere anche il giro,altrimenti la carriera dell'ucraino non avrebbe senso),non mi garbava.per fortuna ivan lo ha rifiutato.e poi quei messaggini spacconi mandati sempre dallo sceriffo a basso a tour concluso,nei quali l'italiano veniva consolato perchè diceva lui,l'americano,di non preoccuparsi perchè dopo il suo ritiro i tour li avrebbe vinti basso(segno tangibile di supponenza e arroganza oramai cronica)!
no basso deve correre anche le grandi classiche,concentrandosi soprattutto sulla freccia,con un occhio di riguardo alla liegi,piu che all'amstel,e poi non vedo perchè non dovrebbe riuscire nel fiandre.

 

____________________
janny

 
E-Mail User Edit Post Reply With Quote

Livello Fausto Coppi




Posts: 6922
Registrato: Jul 2004

  postato il 19/10/2004 alle 00:27
Vedo che su Basso si trattava di un equivoco e che siamo tutti d'accordo.
Anche io penso che se la csc non avesse problemi economici, Riis costringerebbe Basso a preparare solo il tour de france.
Ora si parla di problemi economici in casa csc, spero vivamente che Ivan non trasferisca il proprio domicilio a Gerona, chez monsieur le tour, Lance Armstrong.

 

____________________
Davide

 
Edit Post Reply With Quote
Nuovo Thread  Nuova risposta   Nuovo sondaggio
 
Powered by Lux sulla base di XMB
Lux Forum vers. 1.6
1.7052150